di:  

Al via l’instant lending per le pmi della banca fintech AideXa

L’istituto di credito ha lanciato il nuovo servizio in collaborazione con la società di global information Experian

Experian, principale società di global information service al mondo, e AideXa, la nuova fintech esclusivamente dedicata alle piccole imprese e partite Iva promossa da Roberto Nicastro (presidente) e Federico Sforza (CEO), hanno collaborato allo sviluppo di un innovativo servizio di instant lending. Quest’ultimo, facendo leva sull’open banking, sul patrimonio informativo Experian e su capacità di analisi avanzate, garantisce una risposta alla richiesta di finanziamento in pochi minuti e in caso di valutazione positiva, l’erogazione entro le 48 ore successive. L’instant lending permette di accedere ad un finanziamento semplificando notevolmente sia la parte di valutazione preliminare che quella di erogazione. Il servizio è pensato esplicitamente per le piccole e medie imprese, che tipicamente lamentano processi creditizi lenti, complessi e burocratizzati. L’impegno è ridotto al minimo: per avere risposta sarà sufficiente inserire il numero di partita Iva e collegare i conti correnti delle principali banche con cui la piccola impresa lavora utilizzando le proprie credenziali di accesso all’home-banking.




“Grazie alla soluzione open banking di Experian unito al patrimonio informativo del suo Credit Bureau, abbiamo ottimizzato la capacità di analizzare in maniera veloce e accurata la situazione creditizia di un cliente  e di fornire una risposta alle richieste di finanziamento in tempi brevi, riuscendo a essere più vicini alle esigenze del cliente finale in questo periodo di incertezza. Il nostro obiettivo è servire le pmi, che rappresentano una parte importante del tessuto economico del paese, con maggior efficienza grazie alla velocità e trasparenza di servizi integrati che siamo in grado di offrire, basati sull’open banking e sull’intelligenza aritificiale”, ha dichiarato Federico Sforza, CEO di AideXa. Angelo Padovani, amministratore delegato di Experian, ha aggiunto: “Experian ha fatto ingenti investimenti nell’open banking e questo ci ha consentito di fornire ad Aidexa una soluzione chiavi in mano che, sulla base del consenso esplicito del cliente finale, alimenta le decisioni creditizie in tempo reale di Aidexa, e semplifica drasticamente l’user experience nel cliente finale. Le pmi possono così avere un accesso più semplice e rapido al credito, in modo da poter accedere alla liquidità necessaria per investire in innovazione e per superare questo delicato momento ancora fortemente condizionato dal Covid-19.”

AideXa è stata lanciata nel novembre 2020 dai banchieri Nicastro e Sforza (leggi la nostra intervista a quest’ultimo), dopo aver chiuso nel giugno scorso un round seed da 45 milioni di euro e acquisito Fide SpA, società molisana attiva nella cessione del quinto e intermediario finanziario iscritto all’albo 106 del Testo Unico Bancario. La clientela target di AideXa è rappresentata dalle piccole e piccolissime imprese italiane e dalle partite Iva. Nello specifico, si rivolge a imprese con fatturato minore di 10 milioni e meno di 50 addetti. Tra questi rientrano quindi liberi professionisti, imprese più o meno strutturate ed esercenti, ossia 7 milioni di attori, che fanno la metà del Pil e dell’occupazione in Italia. La missione di AideXa è facilitare il lavoro dell’imprenditore accompagnandolo nello sviluppo dei suoi progetti e della sua azienda: l’obiettivo è semplificare la vita a chi fa impresa, sfruttando le nuove tecnologie e le opportunità offerte dall’open banking. Nel 2021 AideXa lancerà dei conti innovativi e nel 2022 diventerà una vera a propria banca digitale dedicata alle pmi, che si finanzierà attraverso cartolarizzazione di portafogli, raccolta all’ingrosso e dai clienti. Potrà esserci anche una raccolta retail, ma avrà un ruolo marginale. La banca ha avviato anche un significativo piano di assunzioni per il periodo 2020-2022 che prevede l’ingresso di un centinaio di figure professionali, soprattutto con competenze digitali e quantitative: oltre 20 inserimenti nel 2020 e più di 60 nel 2021-2022. Nel giro di 3 anni, AideXa intende raggiungere il punto di pareggio e nei prossimi 5 anni intende acquisire circa 100 mila clienti tra prestiti e raccolta.

Anche Banca Progetto, challenger bank italiana specializzata in servizi per le piccole e medie imprese italiane e per la clientela privata controllata da Oaktree Capital Management, intende lanciare un nuovo servizio di instant lending. In questo caso, si tratta di un servizio di erogazione di prestiti al consumo istantanei secondo i paradigmi più moderni ed inclusivi dove età, provenienza e territorialità non sono più i fattori decisivi ma vengono sostituiti con le abitudini e categorie di spesa, così come l’andamento dei rapporti tra entrate e uscite, che diventano i parametri di riferimento. Banca Progetto per lanciare il nuovo servizio ha siglato una partnership con la fintech Faire.ai e con Fabrick, la piattaforma italiana nata per favorire l’open finance.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp