di:  

Credito, il ruolo del commercialista nel rapporto tra banche e imprese

In futuro il commercialista vestirà un ruolo strategico per le aziende nella prevenzione dei rischi legati al credito e per favorire il dialogo con gli istituti bancari
Prevenzione del rischio d’impresa e dialogo con gli istituti di credito. Questi sono i compiti principali del commercialista del futuro: è quanto espresso nel documento “Non Performig Loans – NPL” pubblicato l’8 agosto scorso dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti in collaborazione con il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Il tema dei crediti deteriorati e il nuovo ruolo del commercialista in azienda sono al centro del documento a cura del Gruppo di Lavoro Npl del Consiglio Nazionale Commercialisti guidato dai consiglieri Andrea Foschi e Sandro Santi.
Il testo illustra “le caratteristiche e le criticità collegate ai crediti deteriorati sugli effetti prodotti dai medesimi sia all’interno del sistema creditizio che sul mercato dell’accesso al credito. A seguito di un’attenta analisi sul tema della prevenzione e del merito creditizio viene approfondito il ruolo del commercialista che, attraverso il miglioramento del merito creditizio o voto di affidabilità (rating) del proprio cliente, dovrà contribuire a rafforzare il rapporto di fiducia tra banca e impresa”.
Il tema dei non performig loans diviene quindi sempre più importante per il commercialista nell’attività di prevenzione e salvaguardia del valore aziendale e nella mitigazione di una crisi, grazie anche al corretto funzionamento degli strumenti d’allerta quali, modelli organizzativi, indicatori, tempi di intervento, segnalazioni all’OCRI, ecc. In secondo luogo, il commercialista è chiamato ad affiancare il proprio cliente “trasferendogli conoscenze sul quadro normativo e regolamentare del sistema bancario e preparandolo al dialogo con gli istituti di credito con l’obiettivo di trovare un punto di incontro tra le reciproche esigenze”.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto