il magazine dedicato al mondo del credito

di:  

Pittella (Pd) propone un ddl sulla transazione agevolata per gli Npe

La proposta di legge, composta da soli 8 articoli, prevede 3 modifiche alla legislazione vigente sugli Npe

Transazione agevolata per i crediti in sofferenza o inadempienza probabile: è il tema e il titolo della proposta di legge presentata il 16 febbraio scorso dal vicepresidente del gruppo democratico al Senato, Giovanni Pittella, e sottoscritta da altri 18 senatori: Alfieri, Astorre, Boldrini, Cerno, Cirinnà, Collina, D’Arienzo, Fedeli, Ferrazzi, Giacobbe, Iori, Manca, Parrini, Pinotti, Rojc, Stefàno, Vattuone e Verducci. La proposta di legge, composta da soli 8 articoli, prevede 3 modifiche alla legislazione vigente sugli Npe:




-La possibilità riconosciuta al debitore di concordare con l’intermediario finanziario, verso cui ha un debito in sofferenza o classificato come inadempienza probabile, una transazione stragiudiziale per la restituzione a saldo e stralcio di quanto dovuto versando un importo non inferiore al valore netto di bilancio scritto dalla banca che ha erogato il prestito, sostituendosi così ai fondi e altri operatori acquirenti di Npe;

-che il debitore entro tempi definiti possa sdebitarsi pagando il medesimo prezzo concordato dal creditore cedente all’operatore specializzato interessato a comprare lo stesso credito dalla banca; inoltre, il creditore non può rifiutare la proposta qualora l’importo offerto coincida con il valore netto di bilancio dell’esposizione maggiorato del 10%;

-nel caso di crediti cartolarizzati con Gacs, che la garanzia resti valida e efficace e aumenti la copertura dei crediti residui, nei limiti che il Tesoro andrà a fissare con apposito decreto.

Grazie soprattutto alla seconda modifica, il ddl di Pittella intende favorire l’estinzione del debito anziché la sua cessione a operatori specializzati, in un paese come l’Italia dove la percentuale di recupero dei crediti è ancora troppo bassa: la media del mercato è del 3,1% e del 3% per i portafogli garantiti con Gacs, secondo le stime di Banca Ifis. Inoltre, il ddl punta ad aiutare i debitori in difficoltà, permettendo loro di transare più facilmente.

La proposta di Pittella ricorda il “Giubileo bancario” (nome mutuato dall’indulgenza plenaria introdotta da Papa Bonifacio VII nel 1300), che da anni hanno cercato di introdurre altre forze politiche centrate sui partiti di sinistra e sui M5s, e sostenute da ambienti accademici e da associazioni cattoliche. L’ispiratore della proposta di legge è il banchiere Dino Crivellari, fondatore di Master Legal Service (una delle più estese reti legali italiane) ed ex amministratore delegato del braccio operativo nel recupero del credito di Banca Unicredit (la famosa Unicredit Management Bank, ceduta al fondo d’investimento Fortress che ha creato dobank). Crivellari in passato ha contribuito anche alla stesura di numerosi ddl sul tema, firmati da: Giovanni Paglia (Leu); Nino Marotta (Udc); Alberti (M5S); Petrini (Pd); de Petris (Leu), Urso (FdI). E ora, anche alla proposta di legge di Pittella. In merito, Crivellari ha spiegato in una intervista a Credit Village Magazine: “Il problema è stato spostato fuori dalle banche, ma non risolto a livello macroeconomico perché il volume dei debiti insoluti ed il numero dei debitori è pressoché immutato. Da qui la domanda a cui tentano di rispondere quasi tutti I disegni di legge di cui stiamo parlando che è la seguente: perché la mia banca accetta di vendere il mio debito di 100 € a 25 € ad un fondo, ma non accetta la mia proposta di transazione a 30 € ?”

Il senatore Pittella ha dichiarato: “Questa norma va approvata il prima possibile e con un ampio consenso da parte delle forze politiche. Si tratta di misure richieste dalle associazioni di categoria in audizione in Senato e che consentirebbero, a famiglie, imprese e banche provate dalla crisi economica e sanitaria, di alleviare in parte il gravoso peso degli Npl e di ripartire con maggiore slancio”. Attualmente la Commissione finanze del Senato sta analizzando le proposte di legge di de Petris, Urso e Pittella al fine di trovare un testo condiviso.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp