di:  

Sia lancia il nuovo servizio Cloudnet

Si tratta di un nuovo servizio di rete che permette di collegare le applicazioni gestite in cloud di banche, imprese, PA e fintech direttamente alle principali infrastrutture di pagamento nazionali e internazionali

Sia, società hi-tech europea leader nei servizi e nelle infrastrutture di pagamento controllata da Cdp Equity (Gruppo Cdp), ha lanciato Cloudnet: un nuovo servizio di rete che permette di collegare, in modalità sicura e protetta, le applicazioni gestite in cloud di banche, imprese, Pubbliche Amministrazioni e fintech direttamente alle principali infrastrutture di pagamento nazionali e internazionali.




Sia Cloudnet favorisce il percorso di digitalizzazione degli attori del settore finanziario e assicurativo, delle istituzioni pubbliche e delle aziende (GDO, utility, telco, aziende di trasporto, compagnie petrolifere etc.) consentendo l’interconnessione dei loro servizi e applicazioni di business, ospitati presso i principali cloud provider come, ad esempio, Amazon Web Services (AWS) e Microsoft Azure, con l’ecosistema di piattaforme di processing dei pagamenti raggiungibili tramite l’infrastruttura di rete Sia. La nuova soluzione rappresenta, infatti, un canale di accesso unico al sistema pan-europeo per i pagamenti in tempo reale RT1 di EBA CLEARING, al servizio TARGET Instant Payments Settlement (TIPS) dell’Eurosistema, nonché al sistema dei pagamenti PagoPA e ai maggiori circuiti di pagamento nazionali e internazionali di carte di debito e credito. Sia Cloudnet garantisce collegamenti dedicati con i più elevati standard di qualità, affidabilità, sicurezza e continuità di servizio 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. L’infrastruttura di rete privata in fibra ottica, ad alta velocità, bassa latenza e banda garantita di Sia, dove transitano le operazioni di pagamento e monetica, è crittografata e conforme agli standard di protezione dei dati come, ad esempio, il PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard).

“Il settore del cloud è in decisa crescita e sempre più clienti, soprattutto quelli più attenti all’innovazione, stanno portando applicazioni, servizi e processi su tecnologie di provider esterni. Con Sia Cloudnet, sosteniamo questa trasformazione digitale con una soluzione distintiva che abilita l’integrazione, in modo sicuro ed efficiente, tra la comunità finanziaria e le tante applicazioni presenti sulle diverse piattaforme cloud, rafforzando ulteriormente l’offerta dei servizi di rete a livello internazionale” ha dichiarato Andrea Galeazzi, direttore capital market e network services di Sia.

Ricordiamo che quest’ultima lo scorso ottobre ha annunciato la fusione con la PayTech italiana quotata Nexi, specializzata nei servizi di pagamento con carta e con il cellulare. L’operazione prevede l’integrazione dei due gruppi da realizzarsi tramite la fusione per incorporazione di Sia in Nexi. La società nascente dalla fusione rimarrà quotata sul MTA con un flottante del 40%. L’accordo prevede che, nel caso di perfezionamento dell’operazione di fusione per incorporazione di Sia in Nexi, gli azionisti di Sia riceveranno 1,5761 azioni Nexi per ogni azione Sia, pari a una quota del 30% circa del capitale del nuovo gruppo, mentre gli attuali azionisti di Nexi ne manterranno il 70% circa. Conseguentemente, Cdp, indirettamente per il tramite di Cdp Equity e FSIA, avrà una quota complessiva del capitale del nuovo gruppo di poco superiore al 25% e i fondi di private equity,  (Advent International, Bain Capital e Clessidra) azionisti di Nexi attraverso Mercury UK HoldCo, ne avranno circa il 23%. Quanto alla governance, l’ad di Nexi, Paolo Bertoluzzo resterà alla guida del nuovo gruppo. Infine, l’accordo quadro prevede che, qualora il closing della prevista fusione per incorporazione di Nets in Nexi si verificasse, come atteso, prima del closing dell’operazione con Sia, Cdp Equity avrà diritto di deliberare un aumento di capitale di Sia, volto a bilanciare l’effetto diluitivo sulla propria partecipazione prospettica nel capitale di Nexi come risultante dal perfezionamento dell’operazione Nets. Sia ha chiuso il 2020 con ricavi per 748 milioni di euro (+2% anno su anno), un ebitda di 285 milioni (+3%) e una posizione finanziaria netta di 688 milioni (2,4 volte l’ebitda), in calo rispetto al 2019 quando era 2,9 volte l’ebitda.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp