di:  

npl

Abi: Npl in crescita di un miliardo al mese

Gli Npl in seno alle banche italiane tornano a crescere dopo 7 anni: a novembre 2021 hanno raggiunto circa 18 miliardi di euro

Era il 2016 quando gli Npl nei bilanci degli istituti di credito ammontavano a più di 85 miliardi di euro. Tuttavia, di lì a poco, grazie al lavoro di pulizia messo a segno dalle banche italiane, iniziò un calo costante conclusosi a settembre dello scorso anno quando i crediti deteriorati arrivarono a 15,3 miliardi di euro. Poi, la progressiva flessione delle sofferenze bancarie si è arrestata e il trend si è invertito. Nel bollettino dell’ABI (Associazione Bancaria Italiana) si può notare un cambio di tendenza, segnato da una crescita media di un miliardo al mese negli ultimi tre mesi del 2021. Se a settembre, infatti, la somma dei crediti deteriorati ammontava a 15,3 miliardi di euro, a ottobre è passata a 16,7 miliardi, per raggiungere quota 17,6 miliardi a novembre.

Gli effetti della pandemia su imprese e famiglie iniziano a farsi sentire, nonostante le misure di sostegno emesse dal Governo per fronteggiare la crisi. Ad oggi, non si riesce ancora a vedere la fine dell’emergenza sanitaria e, nonostante il 2021 sia stato contrassegnato da una buona ripresa, alcuni settori accusano ancora gravi difficoltà. Inoltre, a fine dicembre, data di scadenza delle misure di sostegno alle imprese, circa 36 miliardi di prestiti in moratoria risultavano non aver ripreso i pagamenti. In quel bacino, figurano sicuramente molti degli Npl che si formeranno nel corso del 2022.

Infine, di fronte alla minaccia, più che probabile, di un incremento dei crediti deteriorati l’ABI ha lanciato un appello alle Istituzioni per contrastare il fenomeno dilagante dell’usura nei confronti di famiglie e imprese che non riescono ad accedere al credito bancario, oltre alla prospettiva della perdita di milioni di posti di lavoro.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto