di:  

internet banking

Cresce l’internet banking, in particolare tramite mobile

Un’indagine di ABI Lab-Doxa rivela che il numero di utenti che utilizzano l’internet banking è aumentato del 40% rispetto al periodo pre-covid

Sempre più persone, indifferentemente dall’età, utilizzano i dispositivi digitali, fissi o mobili, per effettuare operazioni bancarie. Lo indicano i dati di un recente studio di ABI Lab-Doxa che aveva l’obiettivo di cogliere comportamenti, bisogni e aspettative dei clienti che utilizzano l’internet banking. La ricerca, svoltasi a marzo di quest’anno, ha coinvolto persone di età differenti, suddivise in quattro categorie: gli early millennials (ossia gli utenti di età compresa tra i 18 e i 30 anni), i millennials (tra 31 e 44 anni), la generazione X (tra 45 e 54 anni) e i boomers (tra 55 e 74 anni). Risultato? In linea di massima, le persone usano indifferentemente computer e smartphone per le operazioni bancarie.

Nello specifico, la scelta del dispositivo dipende dalla complessità dell’operazione da effettuare. Nel caso di controllo del saldo e movimenti, il 65% degli utenti preferisce l’uso del cellulare (percentuale che sale al 78% per i millennials). Viceversa, per effettuare bonifici e pagamenti sussiste una sorta di equilibrio circa l’utilizzo dei due strumenti, con una maggiore propensione ad usare il pc da parte dei boomers.

Rispetto al periodo pre-covid, il numero di clienti che ha aperto un rapporto con la banca esclusivamente in modalità digitale è aumentato del 40%. Di questa percentuale, solo i boomers presentano una quota relativamente inferiore rispetto alle altre fasce d’età.

Allo stesso modo, i boomers ritengono più sicuro l’uso del computer per effettuare le operazioni bancarie. Viceversa, gli early millennials si sentono più tranquilli a utilizzare lo smartphone. Altra lieve differenza tra le diverse fasce generazionali presenti nel sondaggio riguarda i possibili strumenti di controllo e sicurezza. I giovani tendono ad utilizzare i sistemi biometrici, mentre i boomers prediligono i tradizionali codici di accesso e password.

In linea generale, la soddisfazione per i servizi di internet banking si conferma elevata, senza particolari differenze tra generazioni. Diminuisce del 22% la quota di utenti che hanno segnalato problematiche e criticità in merito all’utilizzo di questi servizi, di cui il 40% tramite call center.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto