di:  

lease 2021

Verso Lease 2021: intervista a Luigi Macchiola, DG Assilea

Il 20 e il 21 ottobre prossimi torna Lease 2021, l’evento di riferimento per il settore del leasing in Italia

Il 20 e il 21 ottobre prossimi, a Milano, va in scena la quarta edizione di Lease 2021. Il Salone del leasing è diventato, nel corso degli anni, un punto di riferimento per il comparto e in questa nuova edizione guarda al PNRR e al progetto Paese per favorire la crescita e lo sviluppo delle PMI italiane. Con circa 410 mila contratti e più di 18,2 miliardi di euro di stipulato nei primi otto mesi dell’anno, nel 2021 il leasing è tornato ai livelli del 2019. Abbiamo intervistato Luigi Macchiola, Direttore Generale di Assilea, per fare il punto della situazione del mercato del leasing e per saperne di più su Lease 2021.




Quali sono state le evoluzioni del mercato del leasing negli ultimi due anni?

Riteniamo corretto valutare il 2021, nei suoi primi otto mesi, con l’analogo periodo del 2019.  Per prima cosa, notiamo che il leasing è tornato ai livelli che registrava prima dell’impatto della pandemia. Il “prodotto” più importante si conferma il leasing strumentale, che tra l’altro veicola il 70% dei finanziamenti della Nuova Sabatini ed è il vero carburante per l’innovazione delle imprese italiane. Complessivamente, i settori a cui si rivolge principalmente il leasing sono il comparto delle imprese manifatturiere, che rafforza il proprio peso sul totale (37,2%), quello dell’industria del trasporto e magazzinaggio (13,2%) e le imprese del commercio all’ingrosso e al dettaglio (12,9%), che più delle altre hanno sofferto della recente crisi pandemica.

Cresce il leasing alle imprese di costruzione e alle imprese agricole. Il comparto dei macchinari per l’edilizia civile e stradale e quello dei beni agricoli si attestano al primo posto nel leasing strumentale. Torna a crescere il leasing immobiliare e continua a crescere il leasing di veicoli industriali. Da segnalare il +147% registrato dallo stipulato nel comparto delle rinnovabili nei primi otto mesi del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2019. 

Ad ottobre torna il salone del leasing: quali saranno gli ospiti e gli argomenti trattati nel corso di Lease 2021?

Il Salone torna con una forma ibrida, in presenza e in streaming, con il duplice obiettivo di creare le condizioni affinché gli investimenti programmati dal Governo e dalla UE possano coinvolgere le PMI italiane e di favorire la riflessione degli operatori e del mercato sui principali temi di sviluppo del settore. La quarta edizione mette al centro del dibattito pubblico gli strumenti necessari alla realizzazione delle sei missioni del Next Generation EU. Dalle sfide della digitalizzazione e della Fintech al sostegno alle imprese nell’ambito della politica industriale italiana, dal Leasing Pubblico ad Agricoltura 4.0, dalla Mobilità sostenibile al Cluster del mare, inclusi l’analisi per un minor assorbimento patrimoniale.

Lease 2021 si propone quindi di offrire a tutti gli addetti ai lavori, alle imprese, alle istituzioni, ai pubblici decisori e ai media una finestra sull’attualità economica, sull’andamento previsionale, sui prodotti finanziari, sulle normative, per consentire loro di trovare risposte in termini di crescita professionale ed evoluzione del mercato. Per quanto riguarda il secondo obiettivo, l’industria del leasing è chiamata ad affrontare importanti sfide, come la revisione dei parametri degli attivi ai fini del calcolo dell’RWA, l’applicazione dei principi IFRS16 nella contabilità, la gestione degli NPL nel post pandemia, la lotta allo shadow banking e un’auspicata standardizzazione della Vigilanza per le Istituzioni finanziarie nei Paesi UE. Tutte tematiche che saranno affrontate.

Circa gli ospiti sono molti a supporto, come dicevo, di un programma molto ampio. La prima giornata è dedicata all’approfondimento economico e si apre con il contributo del Presidente di ABI, Antonio Patuelli, e prosegue con la tavola rotonda con la partecipazione del Vicepresidente e Direttore della Fondazione Edison, Marco Fortis, del Presidente di Confartigianato, Marco Granelli, del Presidente di Assilea, Carlo Mescieri, e l’importante intervento di Confindustria, moderati da Maria Latella.

Il futuro ha bisogno di lease: quale contributo può offrire il settore del leasing alla ripresa economica?

Lo ha affermato lo stesso Premier, Mario Draghi, che il PNRR non esaurisce il fabbisogno di innovazione del Paese. Come ha ricordato il Presidente di Assilea, Carlo Mescieri, durante la conferenza stampa di presentazione, il leasing si pone esattamente come l’anello di congiunzione necessario tra i grandi progetti infrastrutturali previsti dal Piano di ripartenza e le piccole e medie imprese. Potremmo dire un elemento essenziale per la messa a terra del PNRR.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp