di:  

Coinbase e Binance in crisi. Fine delle criptovalute?

Coinbase e Binance in crisi. Fine delle criptovalute?

Due grosse piattaforme di criptovalute sono nei guai. Binance e Coinbase sono state accusate dalla SEC di aver operato senza i permessi necessari, in un momento molto complicato per il mercato.

Cosa sta succedendo a Binance e Coinbase?

La Securities and Exchange Commission (SEC) ha sporto denuncia contro due delle più grandi borse di criptovalute del mondo, Coinbase e Binance, per presunta violazione delle sue regole.

Entrambe le borse sono accusate di non aver registrato i loro scambi presso la SEC, cosa contro cui le società di criptovalute hanno (sempre) combattuto, dal momento che le criptovalute dovrebbero operare al di fuori del sistema finanziario tradizionale (secondo loro).

Coinbase ha cercato di conformarsi alle regole della SEC per diverso tempo, ma la SEC ha rifiutato di prendere in considerazione gli sforzi in buona fede di Coinbase per conformarsi. D’altra parte, Binance ha sostanzialmente ammesso tutto ciò che la SEC sostiene, il che è un disastro per loro. Le azioni legali minacciano di modificare il modo in cui gli investitori di criptovalute vedono queste due società e, dal momento del loro annuncio, si sono verificati significativi deflussi dalle borse di Coinbase e Binance.

Dopo che la SEC ha citato in giudizio Coinbase e Binance, è probabile che anche altri exchange di criptovalute statunitensi si trovino sulla linea di tiro, e tutti gli exchange statunitensi dovrebbero ora essere informati del fatto che potrebbero essere soggetti a un’azione esecutiva se consentono, o hanno consentito, la negoziazione di questi token senza conformarsi alle regole della SEC. Sia Coinbase che Binance negano le accuse della SEC, e si sono impegnate a difendersi vigorosamente in tribunale.

Quali accuse specifiche sono state mosse a Binance e Coinbase dalla SEC?

Le accuse contro Binance, Binance.US e il loro dirigente Changpeng Zhao (CZ) includono l’offerta di titoli non registrati e la violazione delle leggi sui titoli.

La SEC accusa Binance di aver ingannato gli investitori sulla solidità dei suoi controlli interni, di aver ingannato le autorità di regolamentazione sulla portata delle sue operazioni, di aver permesso illegalmente ai consumatori statunitensi di operare sulle sue piattaforme internazionali e di altri reati.




Coinbase, invece, è accusata di operare come borsa valori, broker e agenzia di compensazione non registrata. Entrambe le borse sono accusate di non aver registrato i loro scambi presso la SEC, cosa contro cui le società di criptovalute hanno sempre combattuto (come detto prima).

Qual è il ruolo della SEC nella regolamentazione del settore delle criptovalute?

La SEC è una delle autorità di regolamentazione del mercato statunitense responsabile della regolamentazione del settore delle criptovalute. Tuttavia, se le criptovalute siano considerate valute o titoli è una questione ancora aperta. Se le criptovalute sono considerate valute, la SEC regolerebbe il trading di valute, che includerebbe (anche) il trading di criptovalute. Se invece le criptovalute fossero considerate titoli, come le azioni, le obbligazioni e gli exchange-traded funds (ETF), rientrerebbero comunque anch’esse nella giurisdizione della SEC.

La SEC ha l’autorità di regolamentare i titoli degli asset digitali, nonché i broker, i dealer e le borse che ne facilitano le transazioni. La SEC, insieme ad altre autorità di regolamentazione finanziaria come la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), il Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN), le autorità federali di regolamentazione bancaria e la Federal Trade Commission (FTC), hanno tutti una potenziale giurisdizione e un ruolo da svolgere nella regolamentazione dei mercati degli asset digitali.

La Securities and Exchange Commission sta guidando la spinta per sottoporre i mercati delle criptovalute all’intero spettro di regolamenti finanziari che l’agenzia supervisiona. Nell’aprile del 2022, il presidente della SEC Gary Gensler ha dichiarato che i primi cinque exchange, che rappresentano il 99% del trading di criptovalute, “probabilmente stanno negoziando titoli“, e dovrebbero registrarsi presso la SEC e rispettare le leggi applicabili.

La SEC ha anche avviato numerose azioni contro società registrate e pubbliche per non aver mantenuto adeguati controlli di sicurezza informatica e per non aver divulgato in modo appropriato i rischi e gli incidenti informatici. L’unità Crypto Assets and Cyber della Division of Enforcement della SEC ha intentato con successo decine di cause contro coloro che cercano di trarre vantaggio dagli investitori (inconsapevoli e male informati, molto spesso) nei mercati delle criptovalute.

A quali sanzioni potrebbero andare incontro Binance e Coinbase se venissero giudicati colpevoli delle accuse?

Se Binance e Coinbase saranno ritenute colpevoli delle accuse mosse dalla SEC, potrebbero incorrere in sanzioni significative, tra cui multe, restituzione dei profitti e potenzialmente anche accuse penali.

Le sanzioni specifiche dipenderanno dall’esito delle cause e dalla gravità delle accuse. La SEC ha intensificato il suo giro di vite sull’industria delle criptovalute, e queste azioni legali contro Binance e Coinbase fanno parte di questo sforzo. Le azioni legali minacciano di peggiorare il modo in cui gli investitori di criptovalute vedono queste due società, e da quando sono state annunciate le azioni legali si sono verificati significativi deflussi dalle borse di Coinbase e Binance, come ricordato poc’anzi. Le accuse mosse dalla SEC a Binance e Coinbase possono essere percepite, dai sostenitori del concetto di criptovalute, come un vantaggio sleale nei confronti degli istituti bancari tradizionali rispetto alla DeFi (finanza decentrallizata).

Come hanno risposto Binance e Coinbase alle accuse mosse nei loro confronti?

Binance e Coinbase hanno risposto in modo diverso alle accuse mosse dalla SEC. Ecco cosa hanno detto:

  • Binance ha negato le accuse della SEC, e si è impegnata a difendersi vigorosamente in tribunale. Gli avvocati di Binance hanno anche chiesto alla SEC di ritirare il presidente della SEC Gary Gensler da qualsiasi azione riguardante la società a causa dei suoi presunti legami con Binance e il suo CEO Changpeng Zhao, ma non hanno ricevuto risposta dall’agenzia.
  • Coinbase, invece, ha assunto pubblicamente un tono di sfida, e ha sostenuto che il mercato delle criptovalute merita un pacchetto di regole su misura. Tuttavia, la SEC ha affermato che Coinbase ha operato come borsa valori, broker e agenzia di compensazione non registrata. In aprile la SEC ha notificato a Coinbase un “avviso di Wells“, cioè la lettera vera e propria che la SEC invia a persone o imprese al termine di un’indagine, in cui si comunica che la SEC intende avviare un’azione legale nei loro confronti.

Le accuse contro Binance e Coinbase da parte della SEC potrebbero avere conseguenze di vasta portata per la finanza decentralizzata. Le accuse della SEC nei confronti di Binance e Coinbase potrebbero avere un effetto di raffreddamento sui progetti di DeFi, portando all’incertezza di sviluppatori e imprenditori nel perseguire concetti nuovi e innovativi. Ciò potrebbe ostacolare la potenziale espansione ed evoluzione della DeFi, limitando la sua capacità di “sconvolgere e migliorare” le istituzioni finanziarie consolidate.

Quale impatto potrebbero avere le accuse della SEC sul settore delle criptovalute?

Le accuse della SEC contro Binance e Coinbase potrebbero avere implicazioni significative per il settore delle criptovalute, in particolare per i progetti di finanza decentralizzata (DeFi). Ecco alcuni potenziali impatti:

  • Aumento del controllo normativo: L’esito delle cause contro Binance e Coinbase potrebbe influenzare le azioni di applicazione delle normative in futuro, portando a un maggiore controllo della conformità delle borse alle leggi sui titoli. Ciò potrebbe rendere più difficile l’attività delle borse di criptovalute e limitare la crescita del settore. Questa cosa è praticamente certa, visti anche i casi passati, in particolar modo quello di FTX.
  • Effetto di “raffreddamento” sulla DeFi: Le accuse della SEC nei confronti di Binance e Coinbase implicano che le criptovalute dovrebbero conformarsi alla legislazione e alle procedure di registrazione relative ai normali titoli. Questo potrebbe introdurre una barriera significativa per i progetti DeFi che utilizzano queste monete, e potrebbe potenzialmente ostacolarne la crescita e l’innovazione. Le accuse della SEC contro Binance e Coinbase potrebbero avere conseguenze di vasta portata per la DeFi, considerando l’elevata capitalizzazione di mercato e la posizione di rilievo di queste criptovalute.
  • Incertezza per gli investitori e gli stakeholder: Le azioni legali contro Binance e Coinbase sottolineano l’importanza di lavorare con entità regolamentate e di rispettare le leggi sui titoli. Ciò potrebbe creare incertezza per gli investitori e gli stakeholder del settore delle criptovalute, che potrebbero non essere sicuri di quali entità operino legalmente e quali no.
  • Potenziale di multe consistenti: Se si scopre che Binance e Coinbase hanno violato le leggi sui titoli, possono essere imposte sanzioni della SEC, che potrebbero comportare ingenti multe monetarie. 

Nel complesso, le accuse della SEC contro Binance e Coinbase potrebbero avere implicazioni significative per il settore delle criptovalute, in particolare per i progetti e gli scambi di DeFi che operano negli Stati Uniti, e che da qui poi si diffondono in tutto il mondo, visto il ruolo guida che gli States hanno, da sempre, in campo economico-finanziario.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

    La tua email *

    Numero di cellulare

    Nome *

    Cognome *

    *

    *

    Inserisci sotto il seguente codice: captcha