il magazine dedicato al mondo del credito

di:  

Il servicer italo-francese iQera rileva la concorrente romana Serfin97

iQera Group – che dal dicembre 2018 deteneva la maggioranza del capitale di Serfin97, è salita al 98,24% della società

iQera Group (ex MCS-DSO), realtà franco-italiana leader nell’acquisizione e gestione dei crediti ha acquisito un ulteriore 20% del capitale di Serfin97 srl, servicer di Npe con base a Roma specializzato nella gestione del recupero crediti nella fase stragiudiziale. A seguito di questa operazione iQera Group – che dal dicembre 2018 deteneva la maggioranza del capitale di Serfin97 – è salita al 98,24% della società. A vendere la quota è stato il fondatore Stefano Massa, che ha lasciato ogni responsabilità operativa per assumere il ruolo di senior advisor di iQera Italia, consentendo così a quest’ultimo di poter continuare ad avvalersi della sua trentennale esperienza professionale e manageriale.




Jean-François Bensahel, presidente della holding iQera Group e di iQera Italia, ha dichiarato: “E’ proprio con Serfin97 che abbiamo iniziato la nostra avventura nel mercato italiano della gestione del credito. Una mossa che si è rivelata corretta per presidiare un settore che richiede elevati standard di competenza e professionalità per poter assistere adeguatamente la clientela. Ringraziamo Stefano Massa per l’impegno profuso in questi anni e il valore aggiunto che ha saputo dare non solo a Serfin97 ma al più ampio progetto iQera Italia e siamo felici di poter continuare a contare sul suo apporto nei prossimi anni.”. Stefano Massa ha aggiunto: “Fondare e guidare per anni Serfin97 è stata una delle esperienze più avvincenti della mia vita professionale. La scelta di lasciare la gestione operativa è legata a due fattori. Il primo è personale: il desiderio, dopo 30 anni di intenso lavoro, di dedicare tempo ed energie a passioni e interessi nuovi. Il secondo è professionale. Come imprenditore, ho trovato in iQera un compagno di viaggio stimolante, di visione e competente. Affidargli l’azienda da me fondata è stato un gesto quasi naturale. Il settore della gestione del credito è sempre più competitivo; le dimensioni e un modello organizzativo in grado di creare forti sinergie sono elementi indispensabili per competere in esso. Grazie alle sue peculiarità, iQera saprà valorizzare al massimo tutte le competenze esistenti in azienda”.

Serfin97, attiva dal 1989, è partner di aziende che desiderano ottimizzare l’efficienza dei propri processi interni attraverso un’efficace gestione del credito, attività strategica e di vitale importanza per ogni operatore economico. Conta oltre 700 operatori di call center, più di 70 esattori sul territorio nazionale e più di 40 operatori di backoffice.

Si tratta della seconda acquisizione da inizio anno per iQera, che a inizio febbraio è salita al 98,24% di Sistemia, servicer di Npl e Utp basato a Roma, specializzato nella gestione dei crediti in tutto il loro ciclo di vita e con una forte connotazione nei servizi legati alla fase giudiziale nonché in ambito immobiliare, di cui già deteneva il controllo dal 2019. A vendere allora era stato KKR, che aveva comprato la maggioranza del servicer italiano solo due anni prima, con la minoranza che era rimasta in mano al management, guidato dal presidente e ceo Guido Fienga e dal managing director Paolo Sgritta. I manager avevano poi a loro volta reinvestito in Sistemia per una minoranza accanto a MCS-DSO, attraverso il loro veicolo Kite Capital.

MCS-DSO era nato nell’ottobre 2018 dalla fusione tra le francesi MCS Group e DSOGroup ed è controllato da BC Partners al 71,3% e partecipato al 13,85% da Montefiore Investment Management, rispettivamente i fondi azionisti precedenti di MCS Group e di DSOGroup. MCS-DSO aveva poi mutato nome in iQera Group a fine 2019, contestualmente all’acquisizione del controllo del gruppo Sistemia.  Nel giugno 2020 iQuera ha aperto la filiale iQera Italia, guidata dal country manager Francesco Magliocchetti. iQera Group vanta oltre 35 anni di esperienza, circa 2.180 collaboratori in 16 sedi ed un fatturato di 271 milioni di euro (dato al dicembre 2019).




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp