di:  

Credito, un italiano su due usa i servizi fintech

Secondo uno studio di Ey, quest’anno il 51% degli italiani ha usufruito dei servizi fintech, appena sotto la media globale del 64%
Nel 2019 un italiano su due ha utilizzato i servizi fintech per pagamenti, prestiti o polizze assicurative. È quanto emerso dal sondaggio Global fintech adoption index elaborato da Ey, network mondiale di servizi professionali di consulenza direzionale, revisione contabile, fiscalità e transaction. Lo studio è stato realizzato su un campione di 27 mila interviste in 27 mercati, tra i quali, per la prima volta, Ey ha inserito anche l’Italia.
Il nostro Paese si è collocato al 22esimo posto in graduatoria, con una media del 51%, leggermente inferiore rispetto a quella globale del 64%. In testa, per livello di adozione di soluzioni fintech, si trovano Cina e India con l’87%, seguite nella Top 10 da Russia e Sud Africa (82%), Colombia (76%), Perù (75%), Olanda (73%), Messico (72%), Irlanda e Regno Unito (71%). La Germania precede l’Italia con una media del 64%. Appena sopra anche la Spagna (56%). Inaspettate invece le ultime posizione: dietro all’Italia si collocano infatti paesi come Canada (50%), Stati Uniti (46%), Belgio e Lussemburgo (42%), Francia (35%) e Giappone (34%).
“Il nostro Paese non rappresenta un fanalino di coda nell’adozione di servizi fintech” ha dichiarato Filippo Mastropietro, Customer & Digital strategy leader di Ey per i servizi finanziari “pur essendo più indietro rispetto a Paesi come Regno Unito e Germania, ha registrato negli ultimi anni, grazie a una forte spinta innovativa, il proliferare di servizi offerti dai nuovi player portando al 51% il livello di fintech adoption nel 2019. Tale risultato è ben superiore rispetto ad altri paesi europei come Francia e Belgio, in cui non si sono sviluppate fintech di grande diffusione, a causa anche delle barriere all’entrata dovute a una forte concentrazione del settore bancario: del resto quattro delle dieci più grandi banche europee sono francesi”.
Infine, il livello di adozione del fintech in Italia varia a seconda dei servizi utilizzati. Nel money transfer e nei pagamenti digitali la media è del 42%, nei prestiti invece scende al 29%, per arrivare al 20% nella pianificazione finanziaria e nel ramo risparmio & investimenti. Bene invece i servizi assicurativi online, dove la media di utilizzo è del 61%, di gran lunga superiore alla media globale del 48%.

CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Iscriviti alla newsletter

Informativa privacy per newsletter Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (EU) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente conferiti, saranno trattati da 4Business Editore srl, prevalentemente con mezzi informatici... leggi tutto