il magazine dedicato al mondo del credito

di:  

Al via il nuovo fondo di P&G sgr per gestire gli Utp

Il nuovo veicolo P&G Utp Management è stato lanciato in seguito al conferimento di 19,3 milioni di euro di crediti Utp del valore di 35 milioni di euro, originati da banche di piccole e medie dimensioni

P&G sgr, uno dei principali operatori nel segmento del credito strutturato e delle asset backed securities, ha lanciato un nuovo fondo dedicato alle posizioni Utp, con la consulenza dello studio legale Dentons e del professor Francesco Capriglione, che hanno curato tutti gli aspetti relativi alla strutturazione e al lancio del nuovo veicolo. Il nuovo fondo P&G UTP Management ha avviato l’operatività a seguito del conferimento di 19,3 milioni di euro di Utp del valore di 35 milioni di euro, originati da banche di piccole e medie dimensioni.




Si tratta del secondo fondo gestito dalla business unit di credit management di P&G, dopo quello dedicato agli Npl, lanciato nel gennaio 2020: P&G Credit Management Uno. Il veicolo era nato a seguito del conferimento da parte di cinque banche e di un Cofidi di Npl per 50 milioni di valore lordo. Anche in quell’operazione la sgr era stata assistita da Dentons.

P&G sgr punta ora a lanciare altri fondi di credito, in ambito Npl , Utp e invoice financing (una tipologia di finanza alternativa che vede nella cessione delle fatture lo strumento per garantire flussi di cassa continui alle imprese).

Alessandro Engst, partner di Dentons, ha spiegato: “Abbiano iniziato a lavorare ai primi fondi di credito nel 2015. Da allora abbiamo registrato un progressivo sviluppo di questo segmento e prevediamo un sempre maggior impiego di questi fondi che rappresentano ora una valida opzione per la gestione attiva dei crediti deteriorati”. Luca Peviani, socio di P&G sgr, ha aggiunto: “Il mercato del credito italiano offre opportunità d’investimento sempre più interessanti e P&G conta di ampliare la propria offerta di prodotti in questo spazio. Il lancio del fondo dedicato ai crediti UTP e il rafforzamento della business unit dedicata ai fondi di investimento alternativi di credito, anche con l’ingresso di Saverio Massi Benedetti in qualità di consigliere delegato, rappresentano passi importanti in questa direzione. L’expertise messa a disposizione da P&G, insieme alla collaborazione con un network di professionisti specializzati nel settore, ci consente di operare su un ampio spettro di strategie di gestione del credito, mantenendo gli elevati standard di qualità che P&G ha sempre offerto ai suoi clienti”.

Saverio Massi Benedetti proviene da Groupama am sgr, dove è stato responsabile della gestione del Supply Chain fund, dedicato all’acquisto di fatture commerciali.  P&G sgr è stata fondata nel 2004 da Peviani e Fabiana Gambarota. La società ha contribuito alla nascita del mercato dei CDO europei ed è una boutique di riferimento nel suo settore. Nel dicembre 2018 la sgr ha ceduto ad Azimut Holding il ramo d’azienda di riferito principalmente alla gestione di fondi UCITS e di fondi alternativi non riservati. P&G collaborava con il Gruppo Azimut fin dal 2016, con il primo progetto avviato congiuntamente relativo al fondo lussemburghese AZ Multi Asset – ABS, con delega di gestione in favore a P&G. Il fondo era stato avviato nel gennaio 2017 e a fine 2018 aveva raggiunto masse di oltre 600 milioni di euro. In seguito a quella prima iniziativa, Azimut e P&G avevano definito un nuovo ambito di collaborazione nel segmento dei fondi retail con lo studio e il lancio del fondo di investimento alternativo mobiliare di tipo chiuso non riservato Azimut Private Debt, per il quale P&G si era aggiudicata una parziale delega di gestione, in condivisione con DeA Capital Alternative Funds sgr e Green Arrow Capital sgr.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp