di:  

Progetto Cuvèe: il Fondo Back2Bonis cresce ancora grazie a un apporto di ulteriori 59 milioni e supera il miliardo di crediti in gestione

Il primo fondo in Italia per la gestione di crediti immobiliari UTP multi-originator grazie all’apporto da parte di AMCO, Banco Desio e un altro primario istituto bancario italiano conferma l’obiettivo di raccolta a 1,5 miliardi. AMCO agisce come Master e Special Servicer e il Gruppo Prelios agisce in qualità di partner Real Estate e gestore del Fondo Back2Bonis attraverso Prelios SGR

Cuvée, innovativa piattaforma multi-originator per la gestione di crediti UTP (Unlikely to Pay) relativi al settore immobiliare, amplia ulteriormente le proprie masse in gestione, grazie a un conferimento di 59 milioni di euro da parte di AMCO, di Banco Desio e di un altro primario istituto bancario italiano a favore del Fondo Back2Bonis.




Il totale dei crediti gestiti supera così € 1 miliardo di euro, confermando il primato sul mercato italiano.

Il Fondo Back2Bonis è il primo credit fund specializzato in Unlikely to Pay relativi al settore immobiliare in Italia e fra i principali a livello europeo. Nell’ambito della piattaforma Cuvèe, AMCO agisce come Master e Special Servicer e il Gruppo Prelios come gestore del Fondo, partner Real Estate e Special Servicer per la gestione dei crediti con sottostante leasing immobiliare.

L’obiettivo del Fondo Back2Bonis, avviato alla fine del 2019, è quello di arrivare a circa €1,5 miliardi di portafoglio in gestione tramite ulteriori apporti da parte dei soggetti già quotisti del fondo – tra i quali, Intesa Sanpaolo, UniCredit Leasing, Banco Desio, Banca Monte dei Paschi di Siena, MPS Capital Services, UBI Banca, AMCO, Banco BPM e BPER Banca.

Il Fondo consente ai partecipanti di beneficiare del potenziale recupero di valore delle posizioni tramite la valorizzazione delle quote detenute nel Fondo stesso. Agevola inoltre il processo di turnaround delle imprese debitrici, anche grazie alla nuova finanza che il Fondo stesso può erogare, al fine di consentire una gestione proattiva dei crediti e degli immobili sottostanti.

AMCO dimostra ancora una volta la propria competenza nel guidare strutture multiorigination in un percorso volto a favorire il rilancio industriale del tessuto economico del Paese e a rimettere in circolo risorse a sostegno della ripartenza.

Con questa operazione AMCO e il Gruppo Prelios confermano la loro capacità di sviluppo nell’ambito della gestione dei crediti deteriorati, con soluzioni flessibili e innovative che consentono alle banche di valorizzare le proprie esposizioni creditizie nonché di favorire il turnaround delle imprese.

Prelios SGR conferma il ruolo di leadership nel settore del risparmio gestito italiano con un’offerta di prodotto innovativa che spazia dai fondi immobiliari ai fondi di credito, nonché strutture all’avanguardia quali SICAF multicomparto e fondi dedicati a progetti di impact investing. Inoltre, il Gruppo Prelios unisce, integrando e ulteriormente rafforzando, le competenze specifiche nel settore immobiliare con quelle di gestione di posizioni UTP, creando sinergie e maggiori possibilità di recupero del credito.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp