di:  

Il Fintech Almanac 2020 inserisce AideXa come unico player italiano tra le Challenger Banks internazionali

La fintech fondata da Roberto Nicastro e Federico Sforza, che ha raccolto oltre 47 milioni di euro in finanziamenti, è entrata a far parte della classifica dedicata alle banche globali che sfidano gli istituti tradizionali

In uno scenario dominato dagli Stati Uniti, AideXa è l’unico player italiano ad essere stato inserito nella classifica delle Challenger Banks all’interno del Fintech Almanac 2020. La chart, stilata da FT Partners in base ai round di finanziamenti raccolti nel 2020, vede la fintech lanciata a novembre da Roberto Nicastro e Federico Sforza piazzarsi a metà classifica grazie ai 47,5 milioni di euro di seed financing provenienti da investitori e business angels di elevato standing nel mondo bancario, imprenditoriale, assicurativo, fintech e nel Venture Capital.




Il Fintech Almanac 2020, pubblicato a marzo 2021, è stato creato da FT Partners – società di investment banking focalizzata esclusivamente sul settore della tecnologia finanziaria – con l’obiettivo di ricerca e analisi delle transazioni e delle tendenze che nel 2020 hanno dominato il settore Fintech a livello globale.

Le Challenger Banks, in grado di fornire servizi finanziari via app e smartphone come pagamenti digitali e prestiti istantanei, hanno iniziato a conquistare quote di mercato significative grazie all’elevato focus sulla user experience: semplicità, pochi adempimenti, minore burocrazia, risposte in tempi rapidi sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano le nuove fintech rispetto agli istituti di credito tradizionali.

Siamo lieti di essere entrati a far parte del Fintech Almanac 2020 come unica fintech italiana tra le Challenger Banks, a dimostrazione che AideXa si è posizionata, sin dal suo lancio, come player innovativo nel settore. Negli ultimi anni, infatti, le Challenger banks stanno ridisegnando gli equilibri del sistema bancario tradizionale. La fiducia dei nostri investitori è stata e continua a essere fondamentale per una crescita costante, che metta al centro la possibilità di offrire servizi sicuri, trasparenti e veloci alle piccole imprese e partite Iva italiane, soprattutto in un periodo storico complesso come quello che stiamo vivendo. Continueremo ad accompagnare gli imprenditori nello sviluppo della loro azienda sfruttando le nuove tecnologie e le opportunità offerte dall’open banking, puntando a essere sempre più data-driven”,commenta Federico Sforza, amministratore delegato e co-founder di AideXa.

Il 2020 ha segnato un record per quanto riguarda il numero di finanziamenti: in termini di transazioni, è stato l’anno più attrattivo nel mondo Fintech. Guidati da aumenti di capitale da parte delle Challenger Banks, i settori come il Banking, Lending e Real Estate Tech si sono confermati i più attivi in termini di finanziamenti nel corso dell’anno. Nonostante sia stato il Fintech nordamericano a raggiungere i massimi storici sia per il numero di operazioni che per il volume totale, il report analizza come nel 2020 anche Europa, Medio Oriente, Sud America e Africa abbiano registrato un numero record di accordi annuali.

Nonostante la pandemia, quindi, l’interesse nel mondo Fintech rimane forte, con risultati in crescita che testimoniano i continui progressi verso l’implementazione di soluzioni digitali. Un contesto favorevole per la costante evoluzione della strategia innovativa di AideXa, che facilita il lavoro degli imprenditori in modo semplice, veloce, trasparente e sicuro grazie ai dati.




CONDIVI QUESTO ARTICOLO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp